Barbaresco

Barbaresco 2013

8474

Gaja

Piemonte, Rosso


Non disponibile



144,41 €
144.41
Valutazioni medie

0 / 5

Valuta il prodotto!



Prodotto valutato da 0 utenti

0 0



Gaja è una di quelle aziende italiane che hanno fatto la storia del vino. E anche chi si è solo marginalmente interessato alla storia del vino ne avrà sentito parlare. Probabilmente meno persone conoscono invece la storia ed alcuni dettagli di produzione del Barbaresco, grande vino Piemontese di cui Gaja è produttore di una delle più straordinarie versioni. Vino a denominazione di origine protetta, zona di produzione: l'intero territorio dei comuni di Barbaresco, Neive, Treiso, e la parte della frazione San Rocco Senoldevio, già facente parte del comune di Barbaresco ed ora aggregata al comune di Alba. Il vitigno d'origine è il Nebbiolo nelle sottovarietà Michet, Lampia e Rosè o altre mutazioni biologiche dei medesimi, senza aggiunta di mosti o vini di altre varietà e provenienza. Il Barbaresco è generalmente un vino adatto a lungo invecchiamento (nel caso di quello di Gaja, è adatto a lunghissimo invecchiamento). Il Barbaresco Gaja è deciso, speziato, liquirizioso, austero, note tostate, caffè, accennti mentolati, mirtillo e ricordi balsamici. Tutto è splendidamente definito. In bocca è ricchissimo, di grande eleganza, con tannini decisi e precisi. Finale dolce e lunghissimo. Un Barbaresco strabordante al naso, di grande struttura e dal finale dolce e carezzevole. Affinato per un anno in barrique e un anno in botte grande. La sua degustazione è stra-consigliata a chiunque voglia davvero conoscere i grandi vini piemontesi, non si può non passare da Gaja .

CantinaGaja
DenominazioneBarbaresco D.O.C.G.
TipoRosso
OriginePiemonte
Anno2013
AffinamentoBarriques
Grado alcolico14,5%
Formato0,75
AbbinamentiArrosti, Selvaggina
AromiLiquirizia, Prugne, Frutti Di Bosco
VitignoNebbiolo 100%
Temperatura di servizio18
Cantina: Gaja

La cantina Gaja è universalmente riconosciuta come una delle cantine più importanti del territorio nazionale. Nasce nel 1859 a Barbaresco, dove Giovanni Gaja inizia ad imbottigliare e vendere vino. Alla morte di Giovanni, è Angelo Gaja che va a capo dell’azienda ed inizia una vera e propria rivoluzione: con sua moglie Clotilde Ray decide di andare controcorrente, in quei tempi in cui tutti in Piemonte si dedicavano quasi solo esclusivamente al Barolo loro decidono di investire sul loro territorio, sul loro vino cioè il Barbaresco. Non avrebbero potuto fare scelta migliore. Il Barbaresco è diventato un vino simbolo della cantina Gaja ma anche uno dei principali vini che rappresenta il Piemonte e l’Italia all’estero. Continua la tradizione di famiglia anche Giovanni, figlio di Angelo e Clotilde, che decide di ampliare i territori dei vigneti; passa la sua passione anche al figlio Angelo che entra in azienda nel 1961 portando la cantina Gaja al suo attuale splendore. Oggi sono circa 92 gli ettari che compongono i vigneti della famiglia Gaja e circa 350.000 le bottiglie prodotte ogni anno. La rivista Wine Spectator ha definito il Barbaresco 1985 ‘il miglior vino mai prodotto in Italia’. Una buona parte dei vini Gaja è venduta all’estero, specie in America e Francia dove Angelo Gaja è conosciuto anche come “Re del Barbaresco”. È possibile trovare in vendita i vini Gaja in ogni angolo del mondo, segno di una qualità e di una passione indiscutibile.



Scopri tutti i vini della cantina Gaja

Origine

Top