Barolo Dagromis

Barolo Dagromis 2015

8477

Gaja

Piemonte, Rosso


Disponibile

Consegna prevista entro il

60,00 €
60
Valutazioni medie

0 / 5

Valuta il prodotto!



Prodotto valutato da 0 utenti

0 0



Tipologia del terreno: I vigneti costituiti da marne argilloso - calcaree hanno altitudine variabile dai 300 ai 450 metri con esposizione a sud-est ed sud -ovest. Tecnica di produzione: Affinamento per 12 mesi in barrique e 12 mesi in botti grandi tradizionali. Abbinamenti gastronomici: a carni rosse, selvaggina e formaggi. Temperatura di servizio: Servire a una temperatura di 18-20°C, dopo averlo aperto almeno 1 ora prima. Abbinamenti gastronomici: Ottimo con zuppe, carni alla griglia e formaggi di media stagionatura. DESCRIZIONE ORGANOLETTICA Colore: si presenta di colore intenso. Profumo: Al naso colpisce la netta nota floreale di piccoli frutti rossi. Sapore: In bocca è ottima la sua struttura e la sua morbidezza.
CantinaGaja
DenominazioneBarolo D.O.C.G.
TipoRosso
OriginePiemonte
Anno2015
AffinamentoBotti Di Rovere, Barriques
Grado alcolico14,5%
Formato0,75
AbbinamentiAffettati, Primi Di Carne, Selvaggina, Stufati
AromiRibes, Tabacco, Aromi Balsamici
VitignoNebbiolo 100%
Temperatura di servizio18
Cantina: Gaja

La cantina Gaja è universalmente riconosciuta come una delle cantine più importanti del territorio nazionale. Nasce nel 1859 a Barbaresco, dove Giovanni Gaja inizia ad imbottigliare e vendere vino. Alla morte di Giovanni, è Angelo Gaja che va a capo dell’azienda ed inizia una vera e propria rivoluzione: con sua moglie Clotilde Ray decide di andare controcorrente, in quei tempi in cui tutti in Piemonte si dedicavano quasi solo esclusivamente al Barolo loro decidono di investire sul loro territorio, sul loro vino cioè il Barbaresco. Non avrebbero potuto fare scelta migliore. Il Barbaresco è diventato un vino simbolo della cantina Gaja ma anche uno dei principali vini che rappresenta il Piemonte e l’Italia all’estero. Continua la tradizione di famiglia anche Giovanni, figlio di Angelo e Clotilde, che decide di ampliare i territori dei vigneti; passa la sua passione anche al figlio Angelo che entra in azienda nel 1961 portando la cantina Gaja al suo attuale splendore. Oggi sono circa 92 gli ettari che compongono i vigneti della famiglia Gaja e circa 350.000 le bottiglie prodotte ogni anno. La rivista Wine Spectator ha definito il Barbaresco 1985 ‘il miglior vino mai prodotto in Italia’. Una buona parte dei vini Gaja è venduta all’estero, specie in America e Francia dove Angelo Gaja è conosciuto anche come “Re del Barbaresco”. È possibile trovare in vendita i vini Gaja in ogni angolo del mondo, segno di una qualità e di una passione indiscutibile.



Scopri tutti i vini della cantina Gaja

Origine

Top