I 10 Migliori Vini Rossi Italiani

migliori vini rossi- talianiPer chi non è esperto, la differenza tra un vino bianco e un vino rosso sta probabilmente nel colore e nel gusto. Tutti i vini rossi, per avere questa peculiarità, si producono utilizzando delle uve rigorosamente fresche con le vinacce, ovvero la buccia e le parti che di solito non si utilizzano per la produzione di un bianco. Le vinacce devono macerare per un tempo stabilito, sufficiente a conferirgli gusto, aroma e soprattutto la tonalità ottimale.

Il vino rosso può essere consumato a una temperatura compresa tra i 14 e i 20 gradi. È sconsigliato, quindi, ghiacciarlo al momento della consumazione. Anzi, molti vini rossi hanno bisogno di sprigionare le sostanze al loro interno, tanto da doverlo porre in un decanter per qualche minuto. Stilare una classifica dei migliori vini rossi italiani è molto difficile: ogni regione ha i propri e, sebbene i sommelier siano professionali, è inevitabile farsi trasportare dai gusti personali. Quali sono, quindi, i 10 migliori vini rossi italiani?

 

I Migliori Vini Rossi Italiani, connubio di Regioni

I vini di seguito descritti sono presenti nel nostro e-commerce e si possono ordinare comodamente da casa. Come primo prodotto in classifica, non si può non menzionare il Piemonte e il Monprivato Barolo Docg 2010: i componenti della famiglia che lavorano in questa cantina hanno una storia di viticoltura risalente a un secolo e mezzo fa, con i loro vigneti situati proprio in zona Barolo. Stando sempre in zona, un Barolo degno di noto è il Brunate Barolo Docg 2011: è prodotto da una azienda famosissima sempre nella zona specifica e le caratteristiche di questo vino rinomato sono evidenti grazie all’uva Nebbiolo. I vini piemontesi si riconoscono al primo sguardo e al primo assaggio, con il loro aroma deciso e il loro retrogusto caratteristico. Ci spostiamo in Toscana per menzionare un prodotto pregiato, ossia il Costa Toscana Igp Cabernet Franc 2012: questa bevanda è prodotta secondo l’agricoltura biodinamica, nello specifico nella zona delle colline del Riparbella.

Altro Barolo tra i più pregiati, stavolta il Parafada Barolo 2011 proveniente da Serralunga D’Ala, sempre nel cuore della produzione di questo caratteristico vino rosso. Cosa differenzia questo prodotto dagli altri? Il suo sapore corposo e concentrato, con un sentore di lamponi e ciliegie, un fondo di vaniglia e un colore rosso rubino con riflessi porpora e aranciati. Decisamente da provare. Per quanto riguarda il quinto vino rosso che merita di essere annoverato tra i migliori d’Italia, il Vecchio Samperi Ventennale, prodotto a 12 km da Marsala, in Sicilia. E’ un vino liquoroso affinato sapientemente in botti di rovere e dal profumo preponderante della sua terra: quando si dice racchiudere un territorio in una bottiglia.

 

I Migliori Vini Rossi Italiani provengono anche dal Nord Italia

I migliori vini rossi d’Italia provengono anche dal nord Italia, in particolare dal Trentino Alto Adige. Questa Regione nonostante nel territorio non abbia una vasta produzione, ha all’attivo il 98% di vini a marchio DOC. Decisamente un record e un vanto. I vini rossi hanno la caratteristica di provenire da varietà autoctone, denominate Schiava e Lagrein, ma è stata una sorpresa anche per i viticoltori dell’epoca scoprire che i vitigni classici, ovvero il Pinot nero, il Merlot, Il Cabernet Sauvignon e il Franc si siano adattati e ambientati talmente bene da secoli che solo nella provincia di Bolzano, le uve rosse ricoprono il 40% del territorio.

I vignaioli altoatesini sono stati capaci, nel corso dei secoli, di catturare le peculiarità donate dalla loro zona vinicola per poi dare personalità al loro vino. Non per nulla, chi beve uno dei migliori vini dell’Alto Adige sente nel bicchiere tutto il carattere del territorio. Il Pinot nero, le varietà di Lagreine la Schiava sono i vini rossi più caratteristici e famosi, nonostante la Regione sia conosciuta per i suoi bianchi.

 

I Migliori Vini Rossi Italiani su WineMust:

Lascia un Commento
Top