5 cose da NON FARE con il vino... + 1!

L'abitudine ci fa accettare l'inaccettabile. (Michela Marzano)

Le cose da NON FARE con il vino Le cose da NON FARE con il vino

"Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi..." come direbbe il Replicante Roy Batty di Blade Runner. Quante volte mi è capitato di sgranare gli occhi davanti a un vino rovinato da una brutta abitudine, un falso mito o anche solo da una terribile cafonata! Rutger Hauer nel suo famoso monologo cosa direbbe, se al centro del film ci fosse il vino? Vediamo le 5 peggiori cose da NON FARE con il vino... + 1!

Le cose da NON FARE con il vino

1. Usare un bicchiere di plastica

"Ho visto cose che voi umani non potreste immaginarvi: bicchieri di plastica usati a mo' di calice rovinando un buon rosso..."

Il bicchiere di plastica per bere il vino è accettabile solo in due occasioni: alle feste di paese... E per servire il vino al vostro peggior nemico! La plastica non può esaltare in alcun modo il vino, anzi, in alcuni casi lo rovina! Usare sempre bicchieri di vetro o, ancora meglio, calici di cristallo.

2. Riempire troppo il bicchiere

"... e ho visto bicchieri di cristallo riempiti fino all'orlo traballare verso le porte dell'enoteca..."

Usare il giusto bicchiere non basta: serve buon senso e contegno! Ti sei mai chiesto perché i calici hanno la "pancia"? Rimpire il bicchiere oltre compromette sapori e odori. Meglio riempire il calice fino a un terzo... E nessuno vieta di versare un secondo giro!

3. Il ghiaccio nel vino

"... cubetti di ghiaccio dentro al bicchiere a gelarmi il vino e il sangue nelle vene..."

Posso quasi sentire le urla di terrore di chi legge: il ghiaccio nel vino è da ergastolo! Mai mettere il ghiaccio nel bicchiere: metterlo attorno al bicchiere, attorno alla bottiglia, sulla fronte nelle giornate calde ma mai nel vino!

4. Il rosso in frigorifero?

"... ho visto gente litigare davanti a un frigorifero aperto con una bottiglia di rosso in mano..."

il grande dilemma: il rosso in frigorifero sì oppure no? No, non sono impazzito: lo so che il rosso va servito a temperatura ambiente ma... Quando la temperatura dell'ambiente è 30°? Il vino caldo va bene quando è vin brulé! Allora usiamo il frigorifero, per portare il rosso fino a 17-18°, non è peccato!

5. La fettina di limone

"... e fettine di limone dentro al bicchiere mi hanno fatto morire dentro..."

Non solo fettine di limone! Pesca, mela, banana! Le persone mettono nel bicchiere di vino frutti e ortaggi di ogni tipo: perché? Mentre resisto alla tentazione di affogare i dispiaceri nell'alcol, provo a rispondermi pensando alla fettina di limone nella birra... Chissà quale associazione di idee ha portato quella maledetta fettina dalla birra al vino!

6. Scusarsi

"... ho sentito persone scusarsi ancora prima di salutare davanti al programma di una degustazione..."

La parola più usata nelle enoteche, nei musei, nei teatri e davanti ai computer: "scusa", "non ci capisco niente di queste cose", "sono un ignorante!". Perché scusarsi? Non serve sapere: bisogna godersi il profumo del vino il suo sapore in bocca, e la compagnia! Lasciamo le scuse a quelli che ci pestano il piede per errore, noi godiamoci il vino e la vita!

"... E tutti quei momenti spero che andranno perduti nel tempo, come lacrime nella pioggia. È tempo di bersi un buon bicchiere!"

Diamo ascolto al replicante: stappiamo una bottiglia di Chardonnay di Villa Santi, versiamola in un calice di cristallo (meno della metà!) e assaporiamolo lentamente... Perché la vita è troppo breve: amiamo, beviamo del buon vino e trallallà!

Lascia un Commento
Top