Qual è il Miglior Vino Bianco Siciliano?

damarino donnafugata bianco-siciliaL’Italia è la terra del vino e ne esistono di diverse tipologie e qualità. Ogni regione saprà sorprendere il nostro palato con dei sapori unici e inimitabili. Viaggiare per l’Italia non significa solamente visitare luoghi di interesse storico e culturale, ma anche di godere della bontà che ci vengono offerte lungo il cammino. Tanto meglio se si tratta di un fresco bicchiere di bianco. Oggi in particolar modo ci immergeremo nella terra della Sicilia. Questa regione è la più estesa d’Italia e gode di vastissime zone vitate, dove l’uva cresce succosa e saporita. Sono innumerevoli le varietà di viti che vengono coltivate e che danno vita ad altrettante delizie.

Iniziamo quindi ad esplorare il vino siciliano a partire dei piatti che si possono gustare in questa bellissima zona. Sappiamo tutti che un pasto guadagna sapore in base alla bevanda con la quale viene servito. Compiere la scelta ottimale a livello di vino garantisce lo sprigionamento di tutte le angolazioni di sapore che caratterizzano il piatto stesso. Non bisogna mai tralasciare un accorgimento essenziale quando si tratta di vino bianco, ovvero la conservazione e la degustazione. È importante che vengano serviti freschi in tavola, a seconda delle proprietà del vino, tra i 10 e i 14°. Solo così potremo gustarli al meglio: il freddo contrasta l’acidità che caratterizza i bianchi.

 

Quale Bianco Servire per Accompagnare un Piatto di Pesce

Si sa, il vino bianco porta a nozze il pesce. Le note delicate, ma al tempo stesso avvolgenti faranno risaltare i sapori dei vostri piatti di mare. Andiamo in ordine e partiamo dagli antipasti. Non c’è vino migliore del SurSur Grillo Sicilia DOC per iniziare le danze del vostro pranzo. Sprigiona aromi di pompelmo, erbe aromatiche e pesca bianca. La sua delicata morbidezza e la leggera sapidità renderanno unico il vostro aperitivo.

Per quanto riguarda invece i primi, sempre a base di pesce, abbiamo due vini speciali da proporvi. Il primo è senza dubbio Anthilia Sicilia DOC. L’aroma è decisamente floreale e fruttato: rievoca pesche, pere e pompelmo. Le sue tonalità rotonde e eleganti racchiudono la freschezza del mediterraneo. Ottimo per pranzi e cene estive, va servito con piatti al forno, pesce affumicato e insalate di mare. Se avete intenzione di deliziare i vostri ospiti con dei primi di mare classici o bolliti di pesce, allora dovreste assolutamente recuperare una bottiglia di Damarino Sicilia DOC. Sentori di Ginestre, zagare e fiori Balsamici non faranno altro che esaltare i sapori della portata principale. Al palato è secco, la sua freschezza vi sorprenderà. Del resto le note fruttate e floreali non faranno altro che aggiungere valore, ma soprattutto gusto, al delizioso piatto che state per assaggiare.

 

Il Vino Bianco con la Carne? Si Accompagna Benissimo

Quante volte abbiamo sentito che il vino rosso si serve con la carne e quello bianco con il pesce? In linea di massima sì, ma non si tratta di una regola universale e categorica. Siamo qui per sfatare questo mito e molti altri. Infatti, se avete intenzione di servire della carne bianca, sarà sorprendente l’abbinamento che verrà a crearsi con un bel bicchiere di Catarratto. I sentori di agrumi e di vaniglia donano corpo e armonia. Si tratta di un vino ben strutturato ed equilibrato. Il finale persistente renderà ancora più intenso il sapore dei vostri piatti a base di pollo, tacchine e non solo.

Se, invece, siete amanti dell’arrosto non potrete fare a meno di deliziare il vostro palato con il SurSur Grillo. Abbiamo già descritto le caratteristiche di questo vino fresco e fruttato. La sua morbidezza e la sua sapidità si sposano con un le carni arroste.

 

La Proposta di Vini Bianchi Siciliani su WineMust:

Lascia un Commento
Top