Vini Bianchi e Vini Rossi: Differenze di Conservazione

Il vino è un elemento imprescindibile sulle nostre tavole; è il compagno ideale di ogni momento conviviale, che non avrebbe di certo lo stesso sapore senza un buon rosso o bianco, o uno spumante per festeggiare le occasioni più importanti.

Ma il vino si apprezza non solo in compagnia: anche da soli il vino non smette di essere buonissimo. Un buon calice, ad esempio, può rendere ancora più piacevole la lettura di un libro o l'ascolto della nostra musica preferita nei momenti di relax. Per godere appieno di tutta la bontà del vino la cosa essenziale è sceglierlo di buona qualità -e su WineMust trovate solo i migliori vini- e conservarlo nel migliore dei modi. Anche se non vi sentite degli esperti di vino, ma amate solo gustarlo, per poterlo gustare al meglio è importante appunto conservarlo al meglio. Forse non sapevate che ci sono degli accorgimenti specifici, e che esistono delle differenze di conservazione per quanto riguarda i vini rossi e i vini bianchi. Accorgimenti semplici che vi aiutano a preservare il vostro vino. Vediamoli insieme.

 

Come Conservare al Meglio i Vini Bianchi e i Vini Rossi

La maggiore differenza di conservazione tra i vini bianchi e i vini rossi riguarda la temperatura: la temperatura di conservazione ottimale per i vini bianchi, infatti, è di 10-12 gradi, mentre per i vini rossi si attesta sui 12-15 gradi. Le temperature troppo alte possono accelerare l'invecchiamento del vino e compromettere le sue qualità, o anche favorire la dilatazione fino addirittura a far saltare il tappo della bottiglia, mentre le temperature troppo basse possono causare la formazione di cristalli; si tratta più che altro di un fatto estetico, ma quando si gusta un buon vino, anche l'estetica è importante. Pensiamo infatti a come curiamo la presentazione del vino in un calice che sia elegante o grazioso, e come lo stesso colore e consistenza del vino siano parte del suo fascino, della sua bellezza e della sua qualità.

È importante anche evitare gli sbalzi di temperatura, che possono arrivare a causare lo spostamento del tappo della bottiglia e quindi a far entrare aria nel contenitore, compromettendo la qualità del vino. Dato che l'aria fredda è più pesante non è così inusuale che ci sia una differenza termica tra il pavimento e il soffitto; quindi è bene disporre nella cantina i propri vini nel modo che segue: gli spumanti e poi i vini bianchi più in basso, e andare salendo man mano con i rosati e i vini rossi, mentre il piano più alto deve essere lasciato ai rossi importanti. È bene conservare le bottiglie al buio, o almeno in una scatola di legno o di cartone spesso. Mai esporle alla luce diretta dei raggi solarI.

 

Preservare il Vino con la Giusta Conservazione

È bene tenere le bottiglie coricate su un fianco, accorgimento che si può tenere anche non presente in caso di vini che vanno consumati giovani. È bene tenere il lato dell'etichetta in bella mostra così da avere sempre sott'occhio la loro tipologia. Anche l'umidità è nemica dei vini: meglio conservarli in ambienti dove l'umidità si mantenga intorno al 70%. Troppa umidità può favorire la formazione di funghi, troppo poca può far restringere il tappo e far entrare il vino a contatto con l'aria.

Anche le vibrazioni favoriscono questo fenomeno: evitate quindi di causare agitazione alle bottiglie, non tenetele accanto a lavatrici o in stanze che danno su strade molto trafficate. È importante anche che l'ambiente in cui conservate il vostro vino sia sempre ben areato e al riparo dagli odori: non conservate il vino insieme a cibi come salumi, formaggi, tartufi, cipolle, pesce sotto sale...men che meno in un garage in un cui tenete ad esempio vernice o benzina o la vostra auto (a causa del gas di scarico). La buona areazione inoltre tiene il vino a riparo da muffe e funghi. Ricordatevi poi di rispettare il periodo di conservazione in bottiglia giusto per il vostro vino, e tenete sempre presente che più grande è il contenitore in cui il vino è conservato, minore è il tempo in cui le caratteristiche organolettiche e chimiche restano inalterate. Generalmente i vini rossi possono essere conservati più a lungo dei vini bianchi.

 

Vini bianchi e vini rossi pregiati su WineMust:

Lascia un Commento
Top