Legacy Edition Astucciato

Disponibile
48h

Consegna prevista entro il

Prezzo di listino: 320,00 €

Special Price 230,00 €

-28%

230
Valutazioni medie

4.29 / 5

Valuta il prodotto!



Prodotto valutato da 21 utenti

4.29 21



La vendemmia 2008 resterà a lungo impressa nella mente degli amanti dello champagne. Annata eccezionale che Dom Perignon celebra con il suo Vintage 2008 in edizone limitata. La bottiglia celebra il passaggio di consegne da Richard Geoffroy, Chev de Cave della maison da quasi 30 anni, a Vincent Chaperon,suo braccio destro da oltre 10. Il nuovo Chef de Cave si presenta con uno champange elegante ed armonico,complesso come pochi altri prima di lui. Equilibrato alla perfezione, è progettato per durare decenni, come ogni vino leggendario di casa. 

Lo Champagne Brut "Chef de Cave Legacy Edition" 2008 di Dom Pérignon è il reagalo perfetto per ogni intenditore, o per voi stessi,sia che cerchiate un'esperienza unica, o qualcosa che acquisti sempre più valore nel tempo.

CantinaDom Perignon
DenominazioneChampagne A.O.C.
TipoBollicine
OrigineFrancia
Anno2008
AffinamentoBarriques Di Rovere, Bottiglia
Grado alcolico12,5%
Formato0,75
AbbinamentiCaviale, Crostacei
AromiFiori bianchi,Agrumi,Anice,Menta, Note speziate e tostate
VitignoChardonnay, Pinot Nero
Temperatura di servizio8-10°
Cantina: Dom Perignon

Dom Pérignon non ha bisogno di presentazioni, produce champagne esclusivamente millesimati che vanno ben oltre l’eccellenza. Dom Perignon deve il suo nome a quello che tutt’ora è considerato l’inventore dello champagne: il monaco benedettino Pierre Pérignon. Pierre ha avuto intuizioni geniali che gli hanno valso il titolo di inventore dello champagne, tre di queste intuizioni sono tutt’ora diventate la prassi per produrre champagne di altissimo livello: la prima è quella di aver introdotto il concetto di basse rese, cioè far produrre meno alle vigne; la seconda è la scoperta del concetto che ora definiamo ‘cru’, cioè la notevole differenza di uguali vigneti piantati in diverse zone; la terza fu l’invenzione dell’assemblaggio. Pierre Pérignon continuò a svolgere il suo lavoro con precisione certosina fino alla sua morte nel 1715. Le sue invenzioni e le sue intuizioni furono tramandate negli anni, anche quando le vigne del convento finirono per essere abbandonate. Nel 1829, grazie a Pierre Gabriel Chandon, i vigneti del convento furono riqualificati e ristrutturati, ma è nel 1936 che Robert-Jean de Vogüé decide di usare la fantastica annata del 1921 (che faceva addirittura parte della riserva di famiglia) per creare qualcosa di unico e allo stesso tempo un tributo all’inventore dello champagne: nasce così Dom Pérignon. Nel 1947 poi viene creato il primo Dom Pérignon da zero. La vendita del Dom Pérignon è da decenni ai vertici del mercato di champagne ed è riservato ai veri intenditori ed amatori di uno champagne di molto superiore alla media.



Scopri tutti i vini della cantina Dom Perignon

Origine

Top