Convento Ss.Ma Annunciata

Non disponibile



26,77 €



Sul Monte Orfano, tra le viti, gli ultimi ulivi secolari e i piccoli
boschi di querce, il Convento della Ss. Annunciata è dal 1449
un luogo dello spirito, sorto dall’incontro tra architettura e
natura, tra bellezza e silenzio.
Da sempre i Frati del Convento della Ss. Annunciata
producono un grande vino; Bellavista è stata prescelta per
condurre la coltivazione di un vigneto unico e irripetibile,
espressione di un’antica tradizione. Sui crinali del monte
rivolti a mezzogiorno uno studio di zonazione ha infatti
documentato sin dal Medioevo un’intensa e pregiata
coltivazione della vite.
L’intuito dell’enologo ha inseguito i segni della natura e
li ha interpretati in maniera perfetta; la ricerca delle fonti
storiche e l’analisi accurata dei suoli ha confermato la bontà
del suo intuito. Sopra e sotto un albero di fico che, perfetto
genius loci, divide in due parti un’antica vigna di 5,45 ettari,
si trovano due suoli diversi e pur complementari alla
realizzazione di una piccola cuvée ferma di Chardonnay in
purezza.
Vendemmiate ed elevate separatamente, queste due
straordinarie parcelle danno vita ad una piccola cuvée
che elude le leggi del tempo e dello spazio. Se le radici di
questa vigna a!ondano in un suolo di antichissima origine,
di!erente dalla conformazione tipica della Franciacorta e
derivante dalla millenaria deriva dei continenti, il clima e la
vegetazione sono quelle tipiche delle terre prospicenti il
Mar Mediterraneo. Salendo su questo monte è come se ci
trovassimo in Toscana, immersi nella macchia mediterranea.
Un’eccezione di natura, dunque, portata alla luce solo
grazie a tecniche di coltivazione e di lavorazione ormai
perdute. Il mosto fermenta in piccole botti di rovere bianco,
invecchiate 3-4 anni, e qui si evolve per circa 12 mesi. Il
vino, imbottigliato nella seconda primavera successiva
alla vendemmia, riposa per un anno in bottiglia. Nella sua
armonia si compongono la freschezza tipica delle regioni
settentrionali e i profumi intensi del Mediterraneo.
Cantina Bellavista
Denominazione Terre Di Franciacorta D.O.C.
Tipo Bianco
Origine Lombardia
Anno 2011
Affinamento Botti Di Rovere Bianco, Bottiglia
Grado alcolico 12,5%
Formato 0,75
Abbinamenti Formaggi Freschi
Aromi Ananas, Vaniglia, Sentori Minerali
Vitigno Chardonnay 100%
Temperatura di servizio 10-12℃
Cantina: Bellavista

La cantina Bellavista nasce nel 1977 ad opera di Vittorio Moretti. La cantina Bellavista può essere senza dubbio considerata come il gioiello della Franciacorta, di cui occupa ben 190 ettari. Moretti ha iniziato con pochi ettari di proprietà della famiglia e, con passione e tanto duro lavoro, è arrivato ad essere il punto di riferimento per tutta la zona della Franciacorta. Il duro lavoro e la dedizione di Moretti nella cantina Bellavista sono stati ampiamente ripagati: la cantina è arrivata ad una produzione annua di 1.550.000 bottiglie e conta ben 106 dipendenti. Non a caso, la cantina Bellavista, è stata premiata come “Cantina dell’anno 2017” dal Gambero Rosso. Nel lavoro è affiancato, oltre che dalla famiglia, dall’enologo Mattia Vezzola (Miglior Enologo 2014). La tradizione storica della Franciacorta è stata mescolata con le nuove tecniche e guardando sempre al futuro ed al bene del territorio, arrivando così al giusto mix che ha portato in alto la cantina Bellavista. Priorità assoluta dell’azienda Bellavista è l’attenzione al territorio: vengono rispettati i tempi della natura, la vendemmia e la pressatura avvengono in modo esclusivamente manuale e la fermentazione avviene in piccole botti. Lo spumante brut Alma Bellavista è uno dei più apprezzati a livello mondiale, ma la cantina Bellavista non si limita a questo: ogni anno produce anche vini bianchi e rossi e un unico tipo di brandy.

Scopri tutti i vini della cantina Bellavista

Origine

Top