Masseto 2016 Magnum

Masseto Magnum 2016

2764

Masseto

Toscana, Rosso


Non disponibile



2.300,00 €
2300
Valutazioni medie

5.00 / 5

Valuta il prodotto!



Prodotto valutato da 1 utenti

5.00 1



Varietà: 100% Merlot. Masseto: Cos’è che lo rende magico? Saranno forse i sette ettari dove nasce, con quel terroir così vocato, il mosaico di piccoli appezzamenti e la sua perfetta affinità con il Merlot? Sarà il clima mediterraneo, con le brezze che soffiano dal mare unendosi alla perfezione col calore del sole? Saranno la passione e la dedizione che guidano tutti quelli che dedicano il loro talento e la loro abilità alla sua nascita, alla sua crescita, al suo sviluppo? Sarà l’impegno per raggiungere l’eccellenza, l’ossessione per ogni più piccolo dettaglio? Sarà l’impressionante complessità, la sua struttura così splendidamente bilanciata? La sua integrità senza tempo? La sua estrema rarità? Il valore che riesce ad aggiudicarsi ogni volta, nelle aste internazionali? Sarà il profondo e fedele apprezzamento dei suoi appassionati, in giro per il mondo? Le risposte a queste domande sono le chiavi che ci permettono di accedere al mondo complesso del Masseto.. Ma, al di là di ogni spiegazione, molto resterà intriso di mistero, lasciando ancora spazio alla scoperta, alla meraviglia. Il Masseto è un vino molto speciale, un vino che va ben oltre l’eccellenza. Rappresenta un mondo unico, una scelta estremamente vicina ai valori incarnati dalla terra e dal lavoro dell’uomo. 

CantinaMasseto
DenominazioneToscana I.G.T.
TipoRosso
OrigineToscana
Anno2016
AffinamentoBotti Di Rovere
Grado alcolico15,0%
Formato1,5
AbbinamentiSalumi
AromiFrutti Di Bosco, Spezie, Cacao
VitignoMerlot 100%
Temperatura di servizio18–20
Cantina: Masseto

Il “Masseto” nasce da un vigneto singolo: solo sei ettari, in cui la passione e la dedizione si uniscono con il talento e con l’abilità, per dar vita all’eccellenza più alta, frutto dell’ossessione per ogni più piccolo dettaglio, e figlia di un terroir così vocato alla coltivazione della vite. Poi la Tenuta dell’Ornellaia, la nave ammiraglia di quello che è il taglio bordolese per eccellenza, regina indiscussa del territorio di Bolgheri. Due brand, oggi famosi in tutto il mondo: due “must” assoluti, concepiti su strade parallele ma attualmente ben distinte, che da anni ormai viaggiano indipendentemente, verso un futuro che si prospetta più che roseo. Un futuro roseo, ma allo stesso tempo un passato che per circa due decenni ha viaggiato indissolubilmente sullo stesso binario. Fu infatti nel 1981 che il marchese Lodovico Antinori, cugino di Piero Antinori, fondò la Tenuta dell'Ornellaia, nel cuore della zona di Bolgheri. Con la prima vendemmia del 1985 nacque così quello che diventerà un'icona tra i SuperTuscan: l'Ornellaia, messo in commercio tre anni dopo, nel 1988. Dopo l'inaugurazione della cantina, l'enologo di fama mondiale - Michel Rolland - inizia a occuparsi della parte tecnica di cantina. Negli anni '90 nascono le altre due etichette, "Le Volte" e "Le Serre Nuove". Agli inizi del 2000, Robert Mondavi, il grande produttore californiano, acquisisce la Tenuta, cedendo il 50% alla Marchesi de' Frescobaldi, che acquisterà l'altro 50% solo tre anni dopo. La fine degli anni 2000 vede anche la nascita dell'etichetta "Poggio alle Gazze" e del selezionatissimo vino da vendemmia tardiva "Ornus", da petit manseng in purezza. Una cantina mitica, che ha scritto la storia di Bolgheri. Se ritorniamo alla Tenuta Masseto, però, ecco che il 2019 è da registrare come anno memorabile, con il 12 aprile da segnare in agenda quale data di inaugurazione della nuova cantina, alla quale è seguita la nascita del “Massetino”, “second vin” della Tenuta che nell’autunno dello stesso anno ha fatto il suo ingresso ufficiale nell’olimpo enologico internazionale

Scopri tutti i vini della cantina Masseto

Top