Fascia Rossa

Non disponibile



50,00 €
50
Valutazioni medie

0 / 5

Valuta il prodotto!



Prodotto valutato da 0 utenti

0 0



Il Rosso Di Montalcino Biondi Santi ''Fascia Rossa'' 2014 è a tutti gli effetti il fratello minore del Brunello DOCG della celebre tenuta "Il Greppo". Prodotto nella annate più sfortunate,quando il Sangiovese non raggiunge gli estremi livelli qualitativi per la produzione dello storico Brunello. Vino interessante che proviene dalla parcella più storica ed importante della rinomata azienda, affina 12 mesi in botti di rovere di Slavonia e già al primo sorso sprigiona il carattere che ha reso celebre il fratello maggiore. Rubino con riflessi granato si apre al naso con note dolci di cannella,bouquet di fiori secchi,pepe nero,incenso,liquirizia,confettura... davvero ampio. Tannini al palato assolutamente delicati e di pregio, ritorni balsamici che aprono ad un finale speziato estremamente lungo. Vino che non delude mai.

CantinaBiondi Santi
DenominazioneRosso di Montalcino D.O.C.
TipoRosso
OrigineToscana
Anno2014
AffinamentoBotti Di Rovere Di Slavonia
Grado alcolico13,0%
Formato0,75
AbbinamentiSecondi Di Carne
AromiConfettura, Cannella, Liquirizia
VitignoSangiovese 100%
Temperatura di servizio18-20
Cantina: Biondi Santi

La cantina Biondi Santi è universalmente riconosciuta come gioiello della Toscana e, soprattutto, come inventrice del nostro attuale Brunello. La storia vitivinicola della famiglia inizia con Clemente Santi che durante la metà del 1800 decide di staccarsi dalla sua originaria professione, il farmacista, e dedicarsi all’agricoltura. Questa scelta fu l’inizio di una felice storia che tutt’ora è raccontata dai discendenti della famiglia Santi con grande onore. Clemente Santi ebbe l’intuizione di applicare all’agricoltura i principi chimici e scientifici che aveva appreso durante il suo percorso di studi: perfezionò sempre di più le tecniche agricole e le successive tecniche di vinificazione, fino a creare quello che tutt’ora è uno dei vini italiani più conosciuti ed apprezzati in tutto il mondo. Clemente Santi è infatti l’inventore del Brunello e questa grande invenzione gli è valsa anche la vittoria all’Esposizione Universale di Parigi del 1867: ai tempi non si chiamava Brunello ma Vino rosso scelto; l’annata vincente fu quella del 1865. Il nome della cantina Biondi Santi si deve al nipote di Clemente, Ferruccio, che ereditando dal nonno la grande passione per i vini decide di unire i due cognomi. Anche le generazioni successive portano avanti la tradizione di famiglia ed ognuno di loro mette nella cantina Biondi Santi tutta la loro passione e la loro innovazione. Uno dei più ricordati e compianti è Franco Biondi Santi che ha portato a 25 gli attuali ettari vitati della famiglia. Ora l’azienda agricola Biondi Santi è nelle mani di Jacopo Biondi Santi.



Scopri tutti i vini della cantina Biondi Santi

Origine

Top