Sfursat "5 Stelle"

Non disponibile



52,00 €
52
Valutazioni medie

0 / 5

Valuta il prodotto!



Prodotto valutato da 0 utenti

0 0



Cosa significa Sfursat? Significa che le uve sono state "sforzate", ovvero appassite prima delle vinificazione. Lo Sfursat della Valtellina è stato infatti il primo passito rosso secco italiano ad ottenere la DOCG (2003). La produzione di questa particolare eccellenza di casa Nino Negri è prodotta con Uve Nebbiolo in purezza. (O Chiavennasca,come viene chiamata nella zona).  Le viti sono coltivate nella parte migliore della sottozona "inferno",il cui nome rivoca temperature estive non troppo gradevoli. Dopo un accurata selezione,poco più del 30% dei grappoli appassiti vengono selezionati per produrre questo vino,fiore all'occhiello dell'azienda. Lo Sfursat 5 stelle,è un passaggio obbligato per ogni amante del vino rosso.

CantinaNino Negri
DenominazioneSfursat di Valtellina D.O.C.G.
TipoRosso
OrigineLombardia
Anno2016
AffinamentoBotti Di Rovere
Grado alcolico15,5%
Formato0,75
AbbinamentiBresaola
AromiLampone, Vaniglia, Cacao, Caffè
Vitigno100% Nebbiolo
Temperatura di servizio18-20°
Cantina: Nino Negri

La storia della cantina Nino Negri ha inizio nel 1897, anno in cui l’omonimo fondatore decide di dar vita a questa azienda trasferendosi da Aprica a Chiuro. La piccola attività continua ed inizia ad ingranare fino al 1925, anno in cui la ditta viene ufficialmente registrata alla Camera di Commercio. Nel 1927 arriva il momento di Carluccio, figlio di Nino, che apporta significative modifiche all’azienda di famiglia, tali da rinnovarla completamente e lanciarla nel mercato nazionale ed internazionale. Carluccio Negri ha un forte spirito d’iniziativa ed è un uomo lungimirante, il che gli permette di sperimentare sempre nuovi metodi e tecniche che, puntualmente, si rivelano azzeccati. Con il crescere dell’azienda aumenta di conseguenza anche il numero di lavoratori, che nel dopoguerra arriva a più di trenta. Nonostante la fiorente azienda di famiglia, le nipoti di Nino negri non sono interessate alla gestione della cantina che, di conseguenza, viene venduta alla società Winefood. La cantina negri viene poi successivamente ceduta alla cooperativa Gruppo Italiano Vini, che è in grado di riportare al suo antico splendore una delle cantine più rinomate e conosciute della Valtellina. Una storia travagliata quella della cantina Negri ma che si conclude con un lieto fine: i vini Nino Negri sono ancora tra i più apprezzati nel territorio Valtellinese.



Scopri tutti i vini della cantina Nino Negri

Origine

Top