Etna Rosso Tornatore 2017

Etna Rosso 2017

2638

Tornatore

Sicilia, Rosso


Disponibile
48h

Consegna prevista entro il

15,80 €
15.8
Valutazioni medie

1.00 / 5

Valuta il prodotto!



Prodotto valutato da 1 utenti

1.00 1



L' Etna Rosso 2017 di Tornatore proviene da un taglio di nerello mascalese e nerello cappuccio. La vendemmia è manuale, la fermentazione in cemento e l'affinamento in botti grandi per 1 anno e in bottiglia per 3 mesi. Tornatore lavora come si deve. E tutti i suoi vini sono convincenti, questo in particolare. Elegante senza cedere a facili letture, complesso al punto giusto, insomma da bere in fretta per aprirne immediatamente un'altra bottiglia. Alla vista color rosso rubino intenso. Il naso si esprime su bei rimandi di viola, con uno spiccato profilo fruttato. Il sorso è rotondo, pieno, fresco e sapido. Si distende con buona struttura, chiudendo su note fruttate

CantinaTornatore
DenominazioneEtna DOC
TipoRosso
OrigineSicilia
Anno2017
AffinamentoBotti Di Rovere
Grado alcolico13,5%
Formato0,75
AbbinamentiAffettati, Salumi
AromiNote Floreali, Cannella, Ribes
VitignoNerello Mascalese 70% Nerello Cappuccio 30%
Temperatura di servizio16-18
Cantina: Tornatore

Tra le antiche e solide aziende vitivinicole che si incontrano sul territorio, la cantina Tornatore si contraddistingue per le radici profonde, che affondano sin dal lontano 1865 all’interno del terroir etneo, e che si rivolgono al futuro con un’ottica di continuo rinnovamento. Nel 1910 Giuseppe Tornatore costruisce una casa in contrada Piano Fiera con 2 ettari di vigneto, a cui si aggiungono poi ulteriori 2 ettari in contrada Piano Felci, tutti esposti sul versante nord dell'Etna. Si tratta di suoli di origine vulcanica, derivanti da un mix di masse laviche, ceneri e lapilli accumulatisi nel corso dei secoli, caratterizzati da un clima mite, che risente dell’influenza dei Monti Nebrodi e che garantisce un’ottima escursione termica fra il giorno e la notte, ideale per favorire l’ottima maturazione degli acini. Nei vigneti, che si estendono per circa 46 ettari all’interno di alcune contrade molto rinomate come Pietrarizzo e Trimarchisa, si coltivano le uve a bacca bianca e rossa tipiche del territorio, cioè nerello mascalese, nerello cappuccio, carricante e cataratto. La Sicilia è una regione italiana che può vantare una fra le tradizioni vitivinicole più antiche di tutta la penisola. Si ritiene infatti che la vite crescesse in maniera spontanea sull’isola addirittura già molto tempo prima della venuta dei greci, che, dopo il loro insediamento, furono tra i principali artefici della viticoltura vera e propria e dello sviluppo dell’enologia in terra siciliana.

Scopri tutti i vini della cantina Tornatore

Top