2nd Skin Blanc De Blancs

2nd Skin Blanc De Blancs

3331

Ruinart

Francia, Bollicine


Disponibile
48h

Consegna prevista entro il

69,00 €
69
Valutazioni medie

0 / 5

Valuta il prodotto!



Prodotto valutato da 0 utenti

0 0



Lo Champagne 2nd Skin Brut Blanc de Blancs di Ruinart , si presenta in un nuovo packaging, eco-compatibile e interamente riciclabile. Il noto chardonnay in purezza della Ruinart - vivace, puro e luminosissimo - esibisce, infatti, come fosse una seconda pelle 2nd Skin un involucro di carta realizzato con fibre di legno naturali, provenienti da foreste europee gestite secondo criteri di sostenibilità. Dal colore giallo paglierino luminoso; perlage fine e persistente. Al naso rivela note di agrumi e frutti esotici; sentori di limone, cedro, ananas e frutto della passione affiancano, poi, tracce floreali. Cremoso ed elegantissimo, vanta un'eccellente freschezza.

CantinaRuinart
DenominazioneChampagne AOC
TipoBollicine
OrigineFrancia
AnnoN/A
AffinamentoVasche In Acciaio Inox, Bottiglia
Grado alcolico12,5%
Formato0,75
AbbinamentiCrostacei
AromiLimone, Cedro, Agrumi, Ananas, Frutti Esotici
VitignoChardonnay 100%
Temperatura di servizio10-12°
Cantina: Ruinart

La maison Ruinart è senza dubbio la più antica maison francese produttrice di Champagne: è il 1729 quando Nicolas Ruinart, ai tempi trentatreenne, inizia a produrre champagne. Inizialmente Nicolas si dedicava all’attività di commerciante come il resto della sua famiglia e si limitava a donare il suo champagne ai clienti più facoltosi. Ben presto però capì che la sua vera passione, nonché la strada da seguire, era quella di abbandonare il commercio per dedicarsi anima e corpo allo champagne. È nel 1735 che tutta la famiglia Ruinart segue la vocazione e l’intuizione di Nicolas e si dedica alla produzione di champagne di lusso. La maison Ruinart per tantissimi anni ha mantenuto la qualità di azienda familiare e dalle cantine Ruinart uscirono i migliori tra tutti gli Chef de Caves francesi! In un tempo in cui alcuni privilegi erano riservati ai soli uomini, la maison Ruinart fece eccezione: dal 1919 al 1925 fu una donna, la viscontessa Charlotte, a portare avanti il nome di famiglia e a dirigere l’azienda con diligenza ed intelligenza. La maison è stata acquistata nel 1963 dalla maison Moët et Chandon ma resta comunque fedele alle tradizioni più antiche. Gli champagne Ruinart hanno senza dubbio una marcia in più, degli elementi che è difficile riscontrare in altri champagne.



Scopri tutti i vini della cantina Ruinart

Origine

Top