Prosecco Superiore Rive di Campea Millesimato Dry

Disponibile
48h

Consegna prevista entro il

11,90 €
11.9
Valutazioni medie

0 / 5

Valuta il prodotto!



Prodotto valutato da 0 utenti

0 0



Il Prosecco Superiore Rive di Campea Millesimato Dry è creato con uve coltivate nel più grande vigneto di proprietà del Gruppo Lunelli a Valdobbiadene, all’interno di una delle “Rive” -i cru locali - più pregiate della DOCG: 8 ettari di vigna nella frazione di Campea, sapientemente coltivati a mano su suolo calcareo, che godono di una perfetta esposizione solare e di un eccellente microclima.
Un vigneto estremamente sfaccettato, i cui filari raggiungono altitudini tra le più marcate della Denominazione. 
La Glera Tonda di Rive di Campea Dry Millesimato è una varietà di uva di cui sul territorio si inizia già a parlare nel 1500, secolo in cui si attesta anche che la famiglia Bisol praticasse la viticoltura a Valdobbiadene. Storicamente, nel mondo delle bollicine, la tipologia Dry viene riservata ai vini più carezzevoli: la scelta di tale dosaggio per Rive di Campea Millesimato rinnova perfettamente questa tradizione arricchendo l'esperienza più tipica del Prosecco Superiore con il tocco e lo stile Bisol1542. Questo vino, insomma, racconta il desiderio di riscoprire la pienezza delle sensazioni del passato e contaminarle di modernità

CantinaBisol
DenominazioneConegliano Valdobbiadene D.O.C.G.
TipoBollicine
OrigineVeneto
Anno2018
AffinamentoVasche In Acciaio Inox
Grado alcolico11,5%
Formato0,75
AbbinamentiCrostacei, Risotti
AromiFrutta fresca, Fiori di campo
VitignoGlera 100%
Temperatura di servizio6-8°C
Cantina: Bisol

Nel 1875 nasceva nel cuore di Valdobbiadene la Cantina Bisol, già in quei tempi il cuore pulsante di un'attività caratterizzata da quell'impronta innovativa che la contraddistingue ancora oggi e la rende inconfondibile.

Una vera e propria “cave” scavata nella preziosa roccia e terra del Prosecco, che mantiene in tutti i periodi dell'anno una temperatura compresa tra i 10° e i 15°C e che conserva perfettamente alcune delle storiche bottiglie Bisol, le più prestigiose prodotte nel corso dei secoli.

Oggi i vigneti dell'Azienda Agricola Bisol sono dislocati su 20 poderi immersi tra le ripide colline che da Valdobbiadene vanno verso Conegliano, le aree più vocate della Denominazione. Un territorio molto frazionato e costellato da piccoli possedimenti, tanto che la media dell'estensione di ogni singola proprietà è di poco più di un ettaro. Si tratta inoltre di realtà produttive in cui le varie fasi della filiera (viticola, vinicola, e spumantistica) sono spesso svolte da differenti aziende.

La conoscenza di questi aspetti peculiari del territorio permette di comprendere pienamente l'importanza del valore aggiunto di Bisol: una tra le pochissime aziende che gestiscono direttamente l'intera filiera produttiva, dall'accurata scelta del terreno fino all'imbottigliamento. Ciò consente di garantire sempre la massima resa qualitativa, dato che ogni singola fase determina la qualità finale del prodotto, ed esige un costante e rigoroso controllo.

Un fiore all'occhiello è il podere gestito sulla zona sommitale della collina Cartizze: un'area che si snoda su di una cresta collinare ripidissima, ad un'altitudine di 300 metri sul livello del mare, e gode di un'esposizione al sole meravigliosa, oltre che di una ventilazione continua che unitamente al terreno di natura sabbiosa la rendono una zona di raro valore. Ben 140 proprietari si dividono i 106 ettari della collina di Cartizze, e il valore del terreno ha raggiunto delle quotazioni da capogiro: più di 2,5 milioni di euro per un ettaro.


Scopri tutti i vini della cantina Bisol

Origine

Top