Dom Perignon vintage 2010

Vintage 2010

2844

Dom Perignon

Francia, Bollicine


Non disponibile



Prezzo di listino: 170,00 €

Special Price 158,00 €

-7%

158
Valutazioni medie

5.00 / 5

Valuta il prodotto!



Prodotto valutato da 4 utenti

5.00 4



L’olfatto del Vintage 2010, dunque, è estremamente identitario, ma non è certo questo a sorprendere. No. È, invece, il livello di questo champagne: dopo i vertici del Vintage 2008 ti aspettavi uno, forse due passi indietro, invece qui c’è tanta bella materia. È un naso pieno e concentrato, ma anche raffinato, nel quale i cardini DP (mineralità, spunti fumé, frutto) si accompagnano a una freschezza che sembra legata alla salvia, a note floreali e a ricordi tropicali di mango non maturo. A proposito di maturità, non direi che è un naso maturo, no, piuttosto parlerei di naso perfettamente compiuto. Più difficile da ‘leggere’ la bocca, a mio avviso. Non è vellutata, ma carnosa, vivacizzata dalla solita bollicina magistrale. Il primo sorso ti spiazza, il secondo ti avvolge e ti rivela il grande Chardonnay sul quale è stato sviluppato questo Vintage 2010. La gustativa è solida e tonica, intensamente agrumata (più sul rosso che sul giallo) e non meno intensamente minerale. È generosa e decisa, molto persistente, ha ricordi speziati e una salinità che cresce fino a permeare il finale. E che lunghezza! Già, ecco l’altra sorpresa di questo Vintage 2010, l’ostinazione palatale dopo la deglutizione: non ti molla proprio. Anche in questo caso vorrei parlare di compiutezza e non di maturità. E di soddisfazione. Nel senso che non è uno champagne appagante (che potrebbe far pensare a saturazione di gusto), ma uno che piace nella sua complessità e nella sua pienezza. Nel pieno rispetto dell’eleganza DP. E non manca quella giusta, piacevole vena amaricante che ne favorisce pure l’accostamento gastronomico. Insomma, una sorpresa.

CantinaDom Perignon
DenominazioneChampagne A.O.C.
TipoBollicine
OrigineFrancia
Anno2010
AffinamentoVasche In Acciaio Inox, Bottiglia
Grado alcolico12,5%
Formato0,75
AbbinamentiSecondi
AromiMandorle, Frutta Secca, Limoni
VitignoChardonnay 54%, Pinot Nero 46%
Temperatura di servizio10-12°
Cantina: Dom Perignon

Dom Pérignon non ha bisogno di presentazioni, produce champagne esclusivamente millesimati che vanno ben oltre l’eccellenza. Dom Perignon deve il suo nome a quello che tutt’ora è considerato l’inventore dello champagne: il monaco benedettino Pierre Pérignon. Pierre ha avuto intuizioni geniali che gli hanno valso il titolo di inventore dello champagne, tre di queste intuizioni sono tutt’ora diventate la prassi per produrre champagne di altissimo livello: la prima è quella di aver introdotto il concetto di basse rese, cioè far produrre meno alle vigne; la seconda è la scoperta del concetto che ora definiamo ‘cru’, cioè la notevole differenza di uguali vigneti piantati in diverse zone; la terza fu l’invenzione dell’assemblaggio. Pierre Pérignon continuò a svolgere il suo lavoro con precisione certosina fino alla sua morte nel 1715. Le sue invenzioni e le sue intuizioni furono tramandate negli anni, anche quando le vigne del convento finirono per essere abbandonate. Nel 1829, grazie a Pierre Gabriel Chandon, i vigneti del convento furono riqualificati e ristrutturati, ma è nel 1936 che Robert-Jean de Vogüé decide di usare la fantastica annata del 1921 (che faceva addirittura parte della riserva di famiglia) per creare qualcosa di unico e allo stesso tempo un tributo all’inventore dello champagne: nasce così Dom Pérignon. Nel 1947 poi viene creato il primo Dom Pérignon da zero. La vendita del Dom Pérignon è da decenni ai vertici del mercato di champagne ed è riservato ai veri intenditori ed amatori di uno champagne di molto superiore alla media.



Scopri tutti i vini della cantina Dom Perignon

Origine

Top